De Laurentiis: “Difficile migliorare la squadra. Dobbiamo avere fame, temo la costanza della Juve”

Aurelio De Laurentiis è soddisfatto del suo Napoli e ha frenato sul mercato. Il presidente degli azzurri, a Premium Sport, ha palesato tutti i suoi dubbi: “Il nostro problema è che, avendo comunque messo un budget importante, siamo già forti ed è difficile mantenere gli equilibri innestando nuovi giocatori. Comprare tanto per comprare non va bene”. Per lo scudetto la strada è ancora lunga: “Dobbiamo avere fame, temo la costanza della Juve“.
Contro il Sassuolo è arrivata la quarta vittoria consecutiva: “E’ la vittoria della squadra e del gruppo. Questa squadra che ha dimostrato con i suoi 25 giocatori di essere consapevole delle proprie qualità. Si diverte, non molla mai e questo si vede. E anche il pubblico si diverte insieme ai giocatori. Siamo a quattro punti dall’Inter e questo è importante, speriamo che domani l’Udinese del mio amico Pozzo riesca a fermare al Juventus. Temo la Juve perché ha più costanza, che poi negli ultimi anni è stata la rivale del Napoli. Le sfide con i bianconeri sono sempre state le più sentite”.

Arrivano un difensore e un centrocampista? “A gennaio ho più dubbi nell’inserire nuove pedine rispetto a luglio perché non c’è una sosta, si gioca ogni tre giorni e non c’è neanche il tempo di fare le dovute verifiche. Barba è un nome che piace? L’Empoli è una squadra che produce sempre giocatori improntati dal suo vivaio e io stimo molto la società”.

Il top player di questa squadra è Sarri o Higuain? “Tutte le componenti sono importanti. L’allenatore ha la parte predominante in questo contesto perché ah amalgamato il gruppo. Higuain è in stato di grazia, ha segnato 20 gol di cui solo un rigore. Ma il fuoco di questa squadra è imponente, anche chi gioca meno è utilissimo, come Gabbiadini”.

Ti potrebbe interessare