Sarnataro si sfoga: “Sono stufo, Higuain e Benitez andassero via se vogliono….”

Il giornalista di Radio Marte, Dario Sarnataro, ha commentato attraverso il suo profilo Facebook la sconfitta del Napoli contro la Roma: “Francamente sono stufo. D’accordo, il Napoli oggi avrebbe meritato il pareggio ma oltre ad aver perso ci sono mille cose che fanno infuriare. Ha perso una gara fondamentale, dicendo addio alla qualificazione in Champions, a meno di regali del Cagliari e di rimonte improbabili per il terzo posto. Sono stufo, e lo scrivo da appassionato prima ancora che da cronista, nel vedere una squadra che ha grandi qualità e purtroppo anche certificati difetti (il gol subito è l’ennesimo, solito, sbaglio), giocare bene, avere black out, giochicchiare, accendersi, accontentarsi, distrarsi, concentrarsi, insomma andare in modo ondivago. Ed ancora, sono stufo di vedere un team mettere la Roma in un angolo per buona parte della ripresa, meritare – ripeto – il pari ma non giocare con quella convizione, con quella determinazione, con quel temperamento, schiumando rabbia e sputando sangue, come tutti ci saremmo aspettati. Era una gara troppo importante per poterla sbagliare, il Napoli si giocava il tutto per tutto anche più della Roma ed invece ha giocato un primo tempo deludente, scialbo e una ripresa appena sufficiente, meritando (ribadisco per la terza volta) il pareggio ma non dimostrando quella voglia matta di raggiungere il risultato. La sensazione è di una squadra forte ma accademica, che si impegna ma che non ha un’anima, tutti i tifosi (anche per la rivalità forte con i giallorossi) si aspettavano di più, un’interpretazione della gara molto più combattiva, in ogni momento. Bisognava. nella ripresa, “mangiarsi” gli avversari – affatto imbattibili,chiaramente in difficoltà fisica nel finale (non si reggevano) e in evidente convalescenza -e mettere pressione allo stesso arbitro Rizzoli, che ha consentito ostruzionismi, perdite di tempo e falli da dietro, occorreva – perchè purtroppo così si fa in Italia – contestare ad una ad una le decisioni arbitrali spesso “democristiane”  ovvero intente a lasciare tutto come stava senza incidere con decisioni di personalità. Ecco, la personalità, questa sconosciuta in casa Napoli. Le scelte di Benitez fanno discutere: le esclusioni di Gargano, Hamsik, Gabbiadini e Koulibaly per giocatori in pessima forma (Jorginho, De Guzman, Callejon e Albiol) sono state sorprendenti e sbagliate. Ma fa più rabbia l’atteggiamento in campo della squadra, priva anche di uno spiccato e necessario senso di appartenenza, senza cuore. Ultima cosa: se qualcuno pensa di andare via – da Benitez a Higuain a tutti gli altri – senza la qualificazione Champions, andassero pure. Se il Napoli non va in Champions è, innanzitutto, colpa loro e poi anche dell’intero club. Ecco perchè sono stufo, quante possibilità sprecate…”

Ti potrebbe interessare